Sguardi composti… e un carosello di note stonate


Nuovo

Sguardi composti… e un carosello di note stonate

Scorte disponibili
Tempi di consegna: circa 10/15 giorni lavorativi

12,00
Prezzo comprensivo di IVA, più spedizione


Autori: Fabio Strinati/Italo Truzzi

Titolo: “Sguardi composti… e un carosello di note stonate”

Collana: Sabra/Chatila

n. Pagine: 126

ISBN: 978 88 94921 38 0

Prezzo: 12,00

 

 

Presentazione

Le parole delle liriche/poesie/musiche si susseguono fra i righi e gli spazi delle pagine come dentro a uno spartito vagano anime di note destinate al bicchiere di una serata senza vicoli sulla schiuma della Luna. Parole che formano una partitura visiva; sonorità mistiche che producono timbri e guizzi che come zampilli di montagna sbraitano sanguigni la propria voglia per l’arte come liberazione dall’inganno di un’essenza onirica e sagace. Un’opera che ancor prima di nascere sul selciato di un cortile poetico si mostra al chiaroscuro di una vita sdoganata da schemi ritmici costrittivi, partoriti da sguardi che si posano sulle dissonanze più pungenti del momento, graffiando la mente nell’istante del godimento come ritmo di un armadio che cigola col suo scheletro infiltrato dentro.

 

 

Biografia degli autori

Fabio Strinati è nato ad Esanatoglia nel 1983. Poeta, artista visivo, compositore e fotografo, è presente in diverse riviste ed antologie letterarie. Sono da ricordare: Il Segnale, rivista letteraria fondata a Milano dal poeta Lelio Scanavini; la rivista Sìlarus fondata da Italo Rocco; la rivista letteraria e culturale italo-ungherese Osservatorio Letterario - Ferrara e l’Altrove; la rivista Erba d’Arno diretta da Aldemaro Toni; la rivista Il Grandevetro. Sue poesie sono state tradotte in romeno e in spagnolo. È inoltre il direttore della collana di poesia per le Edizioni Il Foglio e cura una rubrica poetica dal nome “Retroscena” sulla rivista trimestrale del Foglio Letterario. Strinati è uno studioso dell’olismo, della patafisica, della poesia visiva, sonora, elettronica e concreta.

 

Italo Truzzi è nato a Pegognaga (MN) nel 1949. Risiede ad Esanatoglia (MC). Laureato in filosofia presso l’università di Macerata, è stato presidente per tre anni della Biblioteca comunale di Locate di Triulzi (MI). Vanta una partecipazione quadriennale ai Ritiri Filosofici di Nocera Umbra (PG) ed è profondo conoscitore dei testi e dei saggi di filosofia del primo novecento ed amante della musica, in particolare del melodramma e del verismo italiano. È stato guida culturale alla mostra “Da Giotto a Gentile” nella pinacoteca della città di Esanatoglia; ha svolto l’attività di Volontario presso la biblioteca della stessa città come catalogatore e guida alla lettura. Volontario nell’organizzazione della giornata FAI ad Esanatoglia.

 

Cerca anche queste categorie: Home page, POESIA