Pier Paolo Pasolini


Nuovo

Pier Paolo Pasolini

Scorte disponibili
Tempi di consegna: 5/7 giorni lavorativi

12,00
Prezzo comprensivo di IVA, più spedizione


Scheda dell’opera

 

Titolo: Pier Paolo Pasolini “Ab-joy”

Autori: Silvia Martìn – Guido Mazzon

Collana: Il Tempo

N. Pagine: 224

ISBN: 978-88-94921-07-6

Prezzo: € 12,00

 

“Le cose vere, sincere, si dicono raramente, forse per caso

in un momento d’ispirazione poetica […]

Cioè io fin da ragazzo, fin dalla primissima poesia

friulana di cui le dicevo fino all’ultima poesia in

italiano che ho scritto, ho usato un’espressione della

poesia provenzale che è ‘Ab-joy’…Cioè l’usignolo che

canta ab-joy, per gioia. Ma ‘joy’ in provenzale ha un

senso particolare, di raptus poetico, di esaltazione, di

ebrezza poetica. Ora questa espressione ‘Ab-joy’ è

l’espressione chiave di tutta la mia produzione”.

(Pier Paolo Pasolini,  ‘Cinéastes de notre temps - Pasolini l’enragé’, 1966)

 

 

Presentazione dell’opera:

“Questo libro non ha un tempo lineare, non ha lo scopo di creare un’illusione realistica al lettore attraverso la forma pura. Ci siamo avvicinati alla struttura del vortice in cui la narrazione ha un movimento che obbedisce solo alle leggi che le sono interne. Un libro la cui genesi ad altro non rimanda che a se stessa. Così come la scrittura pasoliniana ha un processo tutto suo, in cui ogni procedimento è oltrepassato da una  costante affermazione di consapevolezza,  anche questo libro  sarà un rifacimento ed una riscrittura in cui mostrare e nominare costantemente i vari modelli pasoliniani senza sceglierne nessuno.

Il risultato vuole essere quello di un libro illimitato e illeggibile come narrativa classica, quindi non riducibile ad un’esperienza di realtà  e resistente all’integrazione e  alla neutralizzazione nella  esperienza stessa della lettura. Perché sono un’intellettuale,  io so. Poiché all’intellettuale restano la solitudine e l’enfasi con cui cercare un contatto diretto e personale, questo libro permetterà  di strappare qualcosa di autentico al degrado, senza risolvere  contraddizioni,  ma eventualmente, esaltandole.

Se l’utopia permane come ricordo non cancellato, la propria compromissione va sostenuta e sofferta sino in fondo". (Guido Mazzon – Silvia Martìn)

 

 

Biografia degli autori:

Silvia Martín Gutiérrez (Salamanca, 1983) realizza all’Università Autonoma di Madrid il Dottorato di Ricerca sul cinema di Pier Paolo Pasolini sotto la direzione della Professoressa Valeria Camporesi.

Storica dell’Arte, spezializzata nell’Arte Contemporanea e nel Cinema, ha lavorato in varie istituzioni culturali spagnole così come negli ambiti universitari [Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Museo Thyssen-Bornemisza, Círculo de Bellas Artes, Museo San Telmo de Donosti, Art Bermondsey London]. Nell’ambito della Mostra Pasolini. Roma, ha realizzato il corso ‘Cinema di poesia, eterodossia e memoria’ (2015). All’Università Autonoma di Madrid ha tenudo due corsi su Pasolini, ‘Perché sono un’intellettuale, io so. Pier Paolo Pasolini’ (2014) e ‘Pier Paolo Pasolini e la riscoperta del mito. Edipo re (1967)’ (2016).

Interessata alla cultura italiana ha preso il CILS C2 all’Università di Pisa (2016) e ha frequentato corsi di cultura e letteratura italiana all’Università la Sapienza di Roma (2015). Ha anche collaborato nell’evento Matera inCanta Dante, organizzato dal Comitato promotore club UNESCO Matera, il circolo La Scaletta e la Società Dante Alighieri, svoltasi nel 2015 nella città di Matera.

Ha all’attivo numerose pubblicazioni.

 

Guido Mazzon (Milano) biologo, trombettista, compositore, performer, scrittore, dal ‘70 esponente del jazz contemporaneo d'autore ha pubblicato più di 50 tra Lp e CD  e collaborato con i maggiori esponenti del jazz contemporaneo europeo e americano.

Interazioni tra musica e poesia,  suono e arti visive, suono e parola sono attualmente i suoi ambiti prediletti.

I ricordi delle estati a Casarsa nella casa della nonna materna (sorella di Susanna e madre di Pier Paolo) riaffiorano nelle poesie friulane di Pasolini accompagnate dal suono evocativo della tromba, la ‘stessa’ da lui donatagli alla fine degli anni ’50.

Nel 2015 al Parco Letterario Pasolini di Ostia ha presentato, su invito della società Dante Alighieri, lo spettacolo di musica e poesia “Pier Paolo Pasolini e i mille sguardi del maestro delle primule”- un canto, una poesia, un gesto, un racconto poetico per condurre l’ascoltatore ad una introspezione e ad una riflessione sul pensiero e l’opera di Pier Paolo Pasolini, intrecciati con ricordi personali tratti da “La tromba a cilindri (La musica, io e Pasolini)” e “PPP - Il mondo non mi vuole più e non lo sa.”

Dal 2017 presenta con il Neu Musik Duett lo spettacolo di musica e poesia su testi di Pasolini “Ti jodaràs fantassìna – Pasolini e il suono della parola –“.

Ha all’attivo numerose pubblicazioni.

Cerca anche queste categorie: Home page, POESIA